Giornata di Studio RIUTILIZZO DELLE ACQUE E DEI FANGHI PRODOTTI DA IMPIANTI DI DEPURAZIONE Giovedì 20 Febbraio 2014

RIUTILIZZO DELLE ACQUE E DEI FANGHI PRODOTTI DA IMPIANTI DI DEPURAZIONE
Giovedì 20 Febbraio 2014, Doria Hotel Milano
FINALITA’ GIORNATA DI STUDIO
Questa giornata di studi vuole fare il punto sul riutilizzo delle acque depurate e dei fanghi a partire dalle normative per poi focalizzarsi sulle scelte tecnologico-gestionali e sugli aspetti energetici.

I fanghi sono prodotti da impianti di trattamento delle acque reflue e l’obiettivo finale di questi luoghi è che c’è un obiettivo primario per trattare l’enfatizzare e rimuovere i solidi dalle acque reflue. Anche i composti organici solubili devono essere convertiti dall’azione dei batteri, e quindi devono essere rimossi dalle acque reflue. L’acqua di scarico è qualcosa che in realtà utilizza l’impianto per purificare l’acqua e quindi rendere l’acqua di nuovo utilizzabile.

Serbatoi di sedimentazione, camere di grana, e schermi sono utilizzati per ottenere acqua di buona qualità e agire come il passo primario nella rimozione dei rifiuti e l’acqua che viene espulsa è di buona qualità e il modo migliore per rimuovere grandi oggetti galleggianti dall’acqua. Non appena lo screening primario è completato la camera di grana è presente, che risolve tutti i materiali più piccoli indesiderati. Una volta eliminati tutti i componenti dobbiamo trovare il modo di evitare anche tutti i componenti tossici. 

Il filtro di trickling e la sedimentazione delle foglie di effluente sono i metodi utilizzati per rimuovere il materiale di scarto organico e inorganico. I passaggi sono molto dettagliati e quindi c’è la necessità di rimuovere separatamente anche i batteri presenti. La materia organica e la sua suddivisione hanno la precedenza e quindi dobbiamo essere molto attenti al contenuto e a quanto bene possano essere puliti in ogni fase separatamente.

Alla fine di ogni fase, dobbiamo essere sicuri che il trattamento funzioni e che l’acqua sia purificata correttamente allo stesso tempo possiamo essere sicuri di utilizzare i metodi successivi per completare il processo di purificazione. La clinea completa il processo e poi ci sono molte piante che pretendono di dare una corretta lavorazione e purificazione, e il modo migliore sarebbe quello di tenere traccia di ciò che accade esattamente lì.

L’inquinamento e altri problemi atmosferici stanno tutti sottolineando la necessità di una migliore pianta per il trattamento delle acque reflue e quindi la necessità di acqua purificata. C’è la necessità di evitare metalli pesanti e altre sostanze tossiche e quindi evitare di aumentare la tossicità dell’acqua e si può controllare qui per metodi più facili.

Dopo una panoramica legislativa seguono una […]